Caffè Verde

Cosa contiene il Caffè Verde?

Chicchi di caffè verde o crudo.

Nel caffè verde troviamo diverse sostanze, tra le quali l'Acido Clorogenico che permettono all'organismo di aumentare l'attività di bruciatura dei grassi e la conseguente eliminazione del tessuto adiposo dal fegato, limitando l'accumulo degli zuccheri nel tratto intestinale. Il Caffè Verde possiede anche un alta quantità di antiossidanti che, liberati nell'organismo, influiscono in maniera positiva sul sistema immunitario e circolatorio. L'ingrediente che risponde particolarmente alle proprietà uniche del caffè verde, è l'acido clorogenico.

Cos'è l'acido clorogenico (CGA)?

l'acido clorogenico (presente nel caffè verde) è un naturale antiossidante, polifenolo, acido organico, presente in molte piante vegetali come ad esempio nei carciofi, nelle ortiche e nel biancospino.

La sua principale funzione è
Il suo sostegno nel dimagrimento consiste in particolare nel diminuire l'accumulo di zuccheri nel tratto intestinale. Allo stesso tempo anche l'acido clorogenico aiuta ad eliminare le riserve di zuccheri dall'organismo, anche quelli che si accumulano sottoforma di grassi.. L'acido clorogenico è un forte antiossidante, ha proprietà antibatteriche, antimotiche e antivirali.
Caffè verde - opinioni
In rete è possibile trovare un gran numero di articoli e commenti positivi sul tema del caffè verde. Lo consigliano persone , che hanno lottato per anni contro il sovrappeso o obesità, ma delle sue benefiche proprietà parlano anche coloro, che desideravano solo correggere il proprio peso. Anche molti medici raccomandano supplementi dietetici a base caffè verde ai propri pazienti. Una assunzione regolare di caffè verde può migliorare il metabolismo dei grassi portando ad una diminuzione della quantità del tessuto adiposo nell'organismo.

Descrizione
________________________________________
Dal caffè verde crudo si ottiene, previa macinatura ed infusione, una bevanda totalmente diversa rispetto al caffè tostato.
Il caffè verde crudo, che non ha subìto alcun processo di torrefazione, si distingue da quello classico per: aspetto, aroma, sapore e caratteristiche nutrizionali; l'unica proprietà comune tra il caffè tostato e quello verde crudo è la presenza di caffeina.
Preparazione della bevanda a base di caffè verde crudo:
il caffè verde crudo viene utilizzato analogamente a quello tostato; ovviamente, utilizzando i semi INTERI di caffè (arabica o robusta), si rende necessario POLVERIZZARLI con un mortaio ed utilizzarne il ricavato mediante infusione; questa, per essere efficace senza IMPOVERIRE la bevanda, deve avvenire ad una temperatura di 80°C per un tempo sufficiente alla diffusione nutrizionale.
Scheda Tecnica
________________________________________

________________________________________
100% arabica grani contusi caffe verde
Approfondimenti
________________________________________
Approfondimento
Perché il caffè verde crudo "dovrebbe" far dimagrire?
Il caffè verde crudo (così come quello torrefatto) contiene caffeina, una molecola frequentemente utilizzata in ambito dimagrante per le sue interazioni con il tessuto adiposo.
La caffeina, nervino stimolante appartenente alla famiglia delle metilxantine (1,3,7-trimetilxantina), possiede un effetto positivo sia diretto che indiretto sullo smaltimento del tessuto adiposo umano; quello diretto consiste nella capacità di promuovere la liberazione degli acidi grassi dal deposito al circolo sanguigno, mentre quello indiretto si manifesta con lo stimolo secretorio di catecolamine (adrenalina, noradrenalina) le quali, a loro volta, intervengono sul tessuto adiposo facilitando la lipolisi ed iper-attivando alcuni meccanismi fisiologici o distretti specifici (aumento pulsazioni cardiache, aumento flusso coronarico, maggior reclutamento muscolare nello sport, maggiore stimolazione nervosa ecc).
Ovviamente, pur vantando caratteristiche simili (... che a dirla tutta, meriterebbero d'essere "quantificate"!), per essere efficace, la caffeina DEVE essere assunta in presenza di altri due fattori essenziali:
• Regime calorico moderato
• Consumo energetico elevato
Se ne evince che la caffeina ENFATIZZA gli effetti dimagranti della dieta e dell'attività fisico/motoria ma senza conferire alcun dimagrimento apprezzabile indipendente.
Perché il caffè verde crudo è migliore del caffè tradizionale per dimagrire?
A dir il vero, il caffè verde crudo contiene MENO caffeina (ed in forma legata all'acido clorogenico, originando il clorogenato) rispetto al caffè tostato. La forma chimica e complessa della caffeina contenuta nel caffè verde crudo ne riduce i tempi di assorbimento, dilazionandone la concentrazione ematica in maniera progressiva; ciò significa che, contrariamente al caffè torrefatto - il cui contenuto in caffeina dopo l'ingestione viene assorbito entro 30-40′ minuti, al seguito dei quali comincia la relativa metabolizzazione epatica e lo smaltimento renale - il caffè verde crudo consente un ingresso in circolo più moderato dell'insulina, ma anche una maggior emivita della stessa.
Pare che, in virtù di quest'ultima caratteristica, il caffè verde crudo risulti più indicato nella dieta dei soggetti iper-sensibili alla caffeina che, se introdotta con la bevanda tradizionale, spesso determina effetti collaterali tipo: iper-attivazione nervosa, tachicardia, diuresi, diarrea, insonnia ecc.
In sintesi, il caffè verde crudo si avvale di:
• Un assorbimento più lento
• Una metabolizzazione ed uno smaltimento meno efficaci, con maggior emivita della molecola
• Minori effetti collaterali.
Tuttavia, in base agli studi effettuati sulla caffeina negli atleti, è emerso che questa metilxantina, pur essendo rapida da assorbire, DIMEZZA le proprie concentrazioni sanguigne nell'arco di 3-6 ore; ovviamente anche quest'affermazione andrebbe presa "con le pinze", poiché gli effetti del metabolismo sulla caffeina dipendono da: dose, attività fisica, assuefazione dell'organismo alla molecola, soggettività (genetica), sesso, età ecc., tutte variabili che determinano un range di farmacocinetica pari a 3-7 ore.
Inoltre, non è ben chiaro se la rilevazione fosse stata eseguita sulla caffeina propriamente detta o anche sui suoi meta-cataboliti (teombrina, teofillina ecc); in conclusione, la velocità di assorbimento della caffeina nel caffè classico (30-40′) non sembra accelerare sempre in maniera così rilevante lo smaltimento ematico del nervino, vanificando (a mio avviso) parte delle motivazioni che giustificano l'utilizzo del caffè verde crudo in sostituzione a quello torrefatto, anche se ciò non ne preclude la scelta in soggetti più sensibili di altri o in contesti preventivamente determinati.
Altri motivi per scegliere il caffè verde crudo...
Oltre ad essere una fonte di caffeina a lento assorbimento, il caffè verde crudo possiede numerose proprietà degne di nota alle quali, tuttavia, deve essere attribuito il giusto "spessore" nutrizionale.
Di certo, il maggior vantaggio del caffè verde crudo rispetto a quello torrefatto è il pH; mentre la bevanda tradizionale è fortemente acida (3-3,5), quella ottenuta dai semi non lavorati (avendo un pH medio pari a 5) risulta decisamente più vicina al neutro e vanta un impatto differente (meno lesivo) sulla mucosa gastrica e sul PRAL.
Il caffè verde crudo è considerato anche un fitocomplesso, poiché la composizione e l'associazione dei suoi vari elementi risulta metabolicamente più efficace rispetto all'assunzione delle singole molecole.
Tra queste ricordiamo:
• Polifenoli: antiossidanti (prevalenza di acido tannico)
• Acido ferulico: antiossidante, probabile molecola anti-gottosa, interferisce con la sintesi dei leucotrieni (pro-infiammatori)
• Acido clorogenico, estere dell'acido caffeico con l'acido quinico: antiossidante e anticancro
• Alcuni minerali e vitamine idrosolubili (gruppo B)
DENOMINAZIONE LATINA:
Coffea robusta L. COSTITUZIONE: Il caffè verde crudo non subisce alcun processo di torrefazione (ma solo di essiccazione) e si distingue dal caffè classico (tostato) sia per caratteristiche organolettiche di colore, sapore, profumo che per caratteristiche nutrizionali. La varietà robusta rispetto all'arabica ha un contenuto leggermente maggiore sia in caffeina che in acido clorogenico.
COMPOSIZIONE:
Nel Caffè verde sono presenti metilxantine e in particolare caffeina che però è contenuta in percentuale minore rispetto a quella del caffè tostato e, fatto più importante, è legata chimicamente all'acido clorogenico (estere dell'acido caffeico) il che ne riduce i tempi di assorbimento e ne dilaziona la concentrazione ematica in maniera graduale. Questo assorbimento progressivo implica una metabolizzazione più lenta, maggior emivita della molecola e minori effetti collaterali, per questo motivo il caffè verde risulta meglio tollerato del caffè tostato dai soggetti ipersensibili alla caffeina. Oltre alle metilxantine e all'acido clorogenico sono presenti altre sostanze antiossidanti.
PROPRIETÀ: le metilxantine sono molecole dotate di attività lipolitica sugli adipociti bianchi ipertrofici del tessuto adiposo e favoriscono la liberazione di acidi grassi riducendo così il volume e peso degli adipociti stessi. Gli acidi grassi liberati devono essere però utilizzati dall'organismo e per ottenere un'azione sul peso corporeo è utile che venga ridotto l'apporto energetico giornaliero e che venga effettuata una moderata attività fisica. Ne risulta che il caffè verde può essere utilizzato come coadiuvante nel dimagrimento in corso di diete volte alla riduzione del peso corporeo. Grazie al contenuto in caffeina con l'utilizzo del caffè verde si possono ottenere migliori condizioni di attenzione, vigilanza, lucidità. Il caffè verde contiene inoltre acido ferulico, tannico, polifenoli, minerali e vitamine che conferiscono delle spiccate proprietà antiossidanti.
PREPARAZIONE:
Si consiglia di mettere un cucchiaino di chicchi di caffè verde contuso in una tazza di acqua a 85° C circa e lasciare in infusione per circa 5 minuti. Filtrare e bere come un normale infuso di erbe.
CONTROINDICAZIONI: In via precauzionale per la presenza di caffeina se ne sconsiglia l'uso in gravidanza e nei casi in cui le sostanze eccitanti dovrebbero essere evitate

Caffè verde, è davvero così miracoloso? Quali sono le sue proprietà assodate? Nell'ambito della salute e del benessere naturale, i riflettori ultimamente sono puntati su questo prodotto, venduto generalmente in capsule, che promette molti benefici e su cui sono già stati fatti diversi studi.
Si tratta del normale caffè di cui si prendono i chicchi ancora verdi che però, a differenza di ciò che avviene con il caffè tradizionale, non vengono sottoposti a tostatura. Questo comporta il vantaggio che molte delle proprietà presenti nel chicco rimangono inalterate. L'estratto che se ne ricava è particolarmente ricco di antiossidanti, sembra addirittura che ne contenga una quantità 4 volte maggiore del più noto e diffuso tè verde.
Proprietà e benefici del caffè verde
Le proprietà del caffè verde sarebbero dovute alla presenza dell'acido clorogenico (CGA), un polifenolo, ma oltre a questo antiossidante nei chicchi sono presenti anche minerali, vitamine del gruppo B, acido tannico e altre sostanze utili al nostro corpo.
Un ottimo vantaggio che offre il caffè verde rispetto al caffè tostato sta nel fatto che oltre a contenere una dose minore di caffeina ne permette un rilascio lento e continuo e dunque un assorbimento più graduale e costante da parte del nostro organismo. Si evitano così dannosi picchi e si può godere dei benefici della caffeina (aumento dell'attenzione, vitalità, resistenza, ecc.) più a lungo. Da non sottovalutare anche il fatto che il ph del caffè verde è meno acido di quello torrefatto.
LEGGI anche: Cibi acidificanti e cibi alcalinizzanti: il segreto per riequilibrare il PH
Ma il motivo per cui si sente sempre più spesso parlare del caffè verde sta nel fatto che viene promosso come sostanza che aiuta il dimagrimento, in grado quindi di limitare l'assorbimento dei grassi. A proposito di questo però non tutti sono d'accordo e una recente ricerca pubblicata sul Journal of Agricultural and Food Chemistry sostiene invece che gli integratori a base di caffè verde non contribuiscano a bruciare i grassi.
Sembrano essere confermate invece le proprietà anti-diabete: alcune ricerche hanno dimostrato infatti che il caffè verde rallenta il rilascio di glucosio nel sangue, riducendo l'assorbimento di zuccheri da parte dell'organismo.
Ricordiamo comunque che qualsiasi integratore va preso dopo aver chiesto il parere del proprio medico o nutrizionista e che non esiste nessun prodotto "miracoloso" che possa da solo far perdere peso o dare altri benefici se non è associato ad una dieta equilibrata e ad uno stile di vita sano.
LEGGI anche: 10 integratori naturali ed efficaci
DOVE TROVARLO E COME ASSUMERLO
Il caffè verde della Naturalcoffee "puro e naturale" viene venduto in 3 diverse forme: in chicchi, contuso e in polvere solubile.

La dose consigliata è di 3 tazze al giorno da assumere preferibilmente al mattino dato che stimolano il metabolismo. Trovarlo disponibile nei negozi non è sempre facile anche se alcune erboristerie l'hanno recentemente inserito nel proprio catalogo, più facile invece acquistarlo online.
Diffidate dai prodotti che normalmente si trovano in commercio con il caffè verde: normalmente si trovano in capsule, che hanno una percentuale bassissima di puro caffè verde.
Eccone le più importanti:
-Dimagrante : ha una quantità molto più elevata di principi attivi che normalmente si perdono col processo della tostatura: l' acido clorogenico (che migliora il metabolismo accelerando il naturale processo col quale l'organismo brucia i grassi accumulati) e le metil-xantine, molecole che stimolano la lipolisi riducendo il livello di zuccheri nel sangue e il loro assorbimento da parte dell'intestino .
Molti studi e test di laboratorio, anche recenti, ne hanno confermato l'importanza come efficaceco-adiuvante nel dimagrimento: una tazza a basterebbe a dare risultati sorprendenti e veloci.
-Bassissima acidità : il pH medio quasi neutro (5 punti contro i 3-3,5 di quello tostato) risulta decisamente meno lesivo sulla mucosa gastrica e lo rende particolarmente adatto anche a chi è particolarmente delicato
-Minor contenuto di caffeina: il caffè verde crudo contiene meno caffeina rispetto al tostato, ed in forma di clorogenato, una caffeina a lento assorbimento indicata anche per i soggetti ipersensibili alla caffeina
- Antiossidante: Contiene più di 1000 antiossidanti: più dei grani di cacao, del vino rosso e addirittura 4 volte di più del tè verde. Efficace quindi anche nell'azione contro i radicali liberi.
E' importante trovare e comprare il caffè verde crudo puro in quanto racchiude principi nutritivi che stimolano l'efficienza e la salute del corpo: l'acido clorogenico (che viene trasformato nell'intestino in acido caffeico, utile anti infiammatorie), l'acido ferulico, l'acido tannico, l'acido quinico, e ancora: polifenoli, minerali e vitamine del gruppo B.
Metodo di utilizzo: mettere in infusione in acqua bollente (in una teiera o in un pentolino) un cucchiaino di caffè verde crudo per tazza per circa dieci minuti. Più a lungo manterremo i chicchi in infusione e più forte e concentrata sarà la bevanda. Filtrare e bere la bevanda così com'è o dolcificarla con del miele. Si possono bere sino a tre tazze di caffè verde al giorno.
Metodo di conservazione: mantenere dopo l'apertura in un ambiente asciutto e lontano da fonti di calore.
Composizione: 100% caffe'verde crudo, senza aggiunta di conservanti e prodotti chimici.
Peso della confezione: 90 grammi.
Con una confezione da 90 grammi si fanno circa 20 tazze di bevanda al caffè verde.
Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata. Per le donne in gravidanza si consiglia l'assunzione dopo il parere del proprio medico. Non eccedere la dose giornaliera raccomandata.
Caffè Verde Dimagrante
Chi si interessa di Naturopatia e della cura del corpo con metodi naturali, avrà sentito parlare delle proprietà benefiche del Caffè Verde come Dimagrante già qualche anno fa.
Tuttavia il successo degli integratori a base di Caffè Verde è diventato mondiale, tanto che ormai tutti conoscono i fantastici risultati che si possono ottenere con il Caffè Verde Dimagrante e con i prodotti come Green Coffee.

I principali benefici del Caffè Verde Dimagrante:

• accelera il metabolismo
• aiuta a controllare la fame
• combatte i radicali liberi
• migliora la salute del fegato
• offre maggiore lucidità mentale
• ottimo brucia grassi
• riduce il rischio di diabete
• ritarda l'invecchiamento

In base a quanto emerso dai vari studi effettuati, Il Caffè Verde ha un alto contenuto di acido Clorogenico, sostanza in grado di ridurre l'assorbimento degli zuccheri nell'intestino e di velocizzare il tasso metabolico. L'acido clorogenico ha il potere di accelerare il processo di lipolisi (bruciare i grassi), per questo motivo il Caffè Verde è considereto un potente Dimagrante. L'acido clorogenico contenuto nei chicci di Caffè Verde secondo gli esperti aiuta a riequilibrare i livelli della glicemia nel sangue oltre che ad accelerare il metabolismo bruciando più grassi. Grazie a queste sue proprietà assumendolo si puo' ostacolare l'aumento di peso se non si segue una dieta o perdere molto peso se associato ad una dieta equilibrata. L'estratto di caffè verde inoltre contiene anche l'acido caffeico, che è molto energetico, e fornirà la giusta carica per rendere l'attività fisica meno faticosa.
Come si assume il Caffè Verde dimagrante?
Per godere di tutti questi benefici molti consigliano di bere 2 tazze di caffè verde ogni giorno, in realtà la percentuale di Acido Clorogenico contenuta in una tazza è solo del 10%, per questo motivo assumere il Caffè Verde Dimagrante in Capsule è molto più efficacie. Esistono infatti integratori che contengono una percentuale di Acido Clorogenico del 50%.
Chi ha bisogno di dimagrire potrà quindi affidarsi agli integratori in capsule e assumerne 2 o 3 al giorno. Si consiglia di unire l'assunzione del dimagrante a un programma dietetico e a un po' di attività fisica, i risultati possono essere davvero eccezionali.
Caffè Verde Dimagrante e soluzione anti-invecchiamento
I chicchi di caffè verde oltre ad avere proprietà dimagranti contengono moltissime proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti.
Il suo potere antiossidante è 3 volte superiore a quello del tè verde.
Gli integratori a base di caffè verde sono pertanto oltre che degli ottimi dimagranti anche dei potenti antiossidanti, utili per contrastare lo stress e l'invecchiamento.
Il Caffè verde è ritenuto un estratto sicuro, nessuno studio farmacologico e clinico ha riportato tossicità, nè effetti collaterali significativi, non sono infatti note controindicazioni particolari, eccetto per l'ipersensibilità individuale.
Home / Acido Clorogenico
Acido Clorogenico
L'Acido Clorogenico è un composto vegetale che si trova nel Caffè Verde. Recenti studi clinici hanno dimostrato che grazie all'acido clorogenico è possibile perdere peso e ottenere molti vantaggi per la salute.
Grazie ai migliori integratori di green coffee (caffè verde), ricchi di altissime percentuali di Acido Clorogenico puoi:
• Perdere peso velocemente
• Limitare l'assimilazione di carboidrati
• Bruciare i grassi in eccesso
• Accelerare il metabolismo
• Aumentare il livelli di energia
L'acido clorogenico è un composto definito "fitochimico", che offre benefici termogenici simili a quelli della caffeina, ma non provoca nessun effetto collaterale.
Gli Studi Clinici sul caffè verde e sull'acido clorogenico, hanno dimostrato che grazie ai migliori integratori dimagranti naturali è possibile ridurre i livelli di zuccheri nel sangue grazie al suo effetto definito "anti-diabetico". L'acido clorogenico oltre che a favorire una veloce perdita di peso, aiuta a migliorare le condizioni generali di salute, favorendo il benessere generale del corpo.

Acido clorogenico: cose da sapere
L'acido clorogenico si trova nei chicchi di caffè verde che non hanno ricevuto il solito trattamento di tostatura. La cottura dei chicchi ad alte temperature infatti, distrugge l'acido clorogenico.
Questo miracoloso componente naturale non deve essere assolutamente confuso con il cloro, con l'acido corosolico o con l'acido idrossicidrico che si può ricavare dalla garcinia cambogia.
Sono in molti a credere che bere una quantità di caffè espresso possa aiutare a perdere peso grazie all'acido clorogenico contenuto ne caffè. Questo non è assolutamente vero, perchè nella bevanda che piace tanto a noi italiani, la quantità di acido clorogenica è bassissima proprio perchè I chicchi di caffè sono stati tostati.
L'acido clorogenico è ad oggi il componente più utilizzato negli integratori dimagranti, perchè è in grado di:
• Bloccare i carboidrati
• Favorire la combustione dei grassi
• Diminuire i livelli di zucchero nel sangue
Vista la sua capacità di interagire con gli zuccheri presenti nel sangue, gli integratori di acido clorogenico sono sconsigliati a coloro che assumono farmaci anti-diabetici.
Dosaggio
Studi clinici hanno dimostrato che il dosaggio giornaliero migliore di caffè verde di 400 mg giornalieri con una percentuale di acido clorogenico del 50 - 60%. I migliori integratori prevedono l'assunzione di 2 capsule al giorno e ogni capsula contiene 200 mg di caffè verde.
Le capsule solitamente devono essere assunte 20 - 30 minuti prima dei pasti principale, ma per assicurarti di fare la cosa giusta, leggi le indicazioni d'uso riportate sulla confezione del prodotto che decidi di acquistare.
I migliori integratori di Acido Clorogenico
ffetti collaterali
Sulla base dei risultati ottenuti dai diversi studi clinici, Green Coffee risulta essere un efficace dimagrante naturale privo di effetti collaterali.
Diversi studi sono stati condotti per testare l'efficacia del caffè verde per dimagrire e non sono stati riscontrati in alcun modo effetti collaterali provocati dall'assunzione di green coffee.
Gli ingredienti contenuti nei migliori integratori green coffee sono naturali al 100% e sono molti i medici che raccomandano l'assunzione di green coffee come valido supporto al dimagrimento.
Il ruolo della caffeina
Chi non puo' far uso del caffè verde?
Pur essendo un prodotto naturale ed estremamente sicuro ne sconsigliamo l'uso alle donne in gravidanza e in allattamento , ai soggetti minori di 18 anni e alle persone che sono intolleranti o allergici alla caffeina. Inoltre, come per ogni integratore alimentare, nel caso in cui si abbiano gravi malattie o particolari condizioni cliniche è assolutamente necessario consultare il proprio medico prima dell'acquisto.