ART-Max caffè 

confezionamento e vendita di caffè e capsule compatibili

Cannabis Energy Drink è realizzata solo con ingredienti di altissima qualità. L´acqua con viene prodotta Cannabis Energy Drink viene dalle alpi Austriache, che garantisce una freschezza senza pari. Cannabis Energy Drink è adatta ai vegetariani ed ai vegani.

SOLO INGREDIENTI DI ALTA QUALITÀ

- senza conservanti
- senza lattosio
- senza glutine
- senza grano
- senza sostanze di origine animale
- acqua delle alpi
- omega 3 e 6
- vitamine B

Ma Cannabis Energy Drink è anche ottima da gustare in qualsiasi momento come bevanda rinfrescante o come ingrediente principale per ottimi cocktails, grazie al suo inconfondibile gusto e alla sua vivacità e freschezza.

UN PIENO DI ENERGIA E DI GUSTO QUANDO NE HAI BISOGNO

Cannabis Energy Drink è usata da atleti, al lavoro, per lunghi viaggi e in tutte le situazioni in cui serve una carica supplementare.

Cannabis Energy Drink contiene Taurina, Caffeina, Vitamine B, acidi grassi Omega 3 e Omega 6, per darti una carica energetica quando ne hai bisogno.

Chocup*
Questa tazzina è un wafer (di tipo parigino) ricoperto di cioccolato fondente belga puro al 60%.
Chocup® si abbina magnificamente ad Uno!, il cucchiaino in biscotto.
I'idea golosa per arricchire di gusto una pausa caffè o servire in modo originale un piccolo dessert (creme, mousse, tiramisù, gelati, sorbetti...), sfizioso "chupito" per distillati o creme di liquori.
Per i bimbi un divertente contenitore per bere il latte e mangiare sano in allegria. 

Scopri per primo le novità!

Capsule compatibili con Nespresso*

Capsule compatibili con Lavazza A modo mio*


Capsule compatibili con Nescafè* Dolce Gusto*

Capsule compatibili con Caffitaly*

Capsule compatibili con Lavazza* Espresso Point*


Capsule compatibili con Illy* Uno System*
(Indesit*, Kimbo*, Maranello*)

Capsule compatibili con Fior Fiore Coop*

Cialde carta 44 mm

Prenotazione online

Prenota la chiamata. Riceverai conferma via e-mail, e sarai contattato all'orario che hai indicato.

MACCHINE LAVAZZA* NESPRESSO* CAFFITALY*, DOLCEGUSTO*

Macchine per il caffè espresso

Il mercato delle macchine per caffè espresso si è sviluppato per rispondere all'esigenza di avere anche a casa un espresso buono come al bar. I sistemi che utilizzano le macchine da caffè sono di tre tipi: caffè in capsule, caffè in chicchi (macchine automatiche) o in cialde e caffè in polvere (macchine manuali). Nel caso dei chicchi, il consumatore può creare la miscela che vuole, unendo chicchi di qualità diverse. Le capsule e le cialde, pratiche e veloci, offrono la comodità di avere a disposizione dosi preconfezionate di caffè. Nel caso, si potrebbero anche preparare altre bevande o scaldare acqua e latte con l'erogatore di vapore. Non tutte le macchine da caffè hanno, però, queste ulteriori funzionalità. Non da ultimo, è bene fare attenzione all'ingombro che può causare la dimensione dell'apparecchio, dal momento che la macchina del caffè viene spesso posizionata stabilmente sul piano di lavoro della cucina, in modo da essere sempre a disposizione.

Macchine che utilizzano le capsule

Sono apparecchi facili da usare, pratici e puliti. Le capsule sono in grado di conservare al meglio le proprietà del caffè, impedendogli di entrare a contatto con l'aria. Anche per questo motivo, la qualità dell'espresso ottenuto con le capsule è generalmente alta. Alcune macchine da caffè a capsule possono preparare anche altre bevande: cioccolata, cappuccino, tè, tisane.

Pro: il caffè è buono come al bar e non richiede alcuna particolare perizia. È un sistema pratico e pulito.
Contro: scelta la macchina (e quindi il sistema: Nespresso, Lavazza A Modo mio, Nescafè Dolce gusto...) si è sostanzialmente legati ad una tipologia di capsule.
ART-Max dispone di caffe in capsule per ogni macchina da caffè, perciò, qualsiasi sia la vostra macchina, troverete sempre le nostre miscele nel formato in capsula compatibile per il vostro sistema espresso.

CONTATTACI PER INFORMAZIONI

...UN PO' DI STORIA DEL CAFFÈ

Il caffè fu introdotto a Venezia intorno al 1650 e poi in breve tempo si diffuse in tutta Europa.
Il caffè è una bevanda ottenuta dalla macinazione dei semi contenuti nelle bacche di alcune specie di piccoli alberi tropicali appartenenti al genere Coffea, della famiglia botanica delle Rubiacee, le varietà più diffuse sono l'arabica e la robusta.
Le drupe di Coffea, dopo essere state raccolte vanno spolpate ed essiccate con procedimenti a secco o in umido. A secco vengono prima leggermente essiccate al sole e poi ripulite dalla polpa con speciali macchine decorticatrici. Invece in umido le drupe vengono immerse in grandi vasche piene d'acqua, poi si procede alla spolpatura meccanica poi immerse in una seconda e poi in una terza vasca d'acqua, subendo un processo di fermentazione controllata, infine avviene un ulteriore lavaggio e poi l'asciugatura.
La tecnica a secco, ovvero quella più antica, conferisce ai grani del caffè aromi e fragranze molto più accentuate, ma molto dipende poi dalla tostatura che, se effettuata magistralmente (tempi lunghi e basse temperature), permette di mantenere inalterati i sentori fruttati e dolciastri ed il retrogusto leggermente acidulo più pregevole per la preparazione di un ottimo espresso come piace tanto a noi italiani. In Italia la tostatura è molto spinta e la bevanda ottenuta risulta quindi molto aromatica e relativamente povera di caffeina rispetto al caffè bevuto in altri paesi.
Noi prima selezioniamo le migliori miscele di caffè, poi affidiamo la tostatura alle migliori torrefazioni italiane e infine maciniamo
e incapsuliamo subito le miscele per preservare intatto l'aroma e il sapore del nostro caffè, che è fragrante e profumato come quello appena tostato e macinato.Fino a pochi anni fa, per preparare il caffè in casa, il metodo tradizionale, quello che rendeva il caffè corposo e che ne sprigionava tutto l'inconfondibile ed inebriante aroma, prevedeva l' uso della caffettiera napoletana la cosiddetta cuccumella. La caffettiera napoletana, però non ha origini partenopee, bensì francesi. Fu proprio un francese Morize, ad idearla nel 1819, ma non ci volle molto affinché si diffondesse in tutta Italia e, per decenni, fu l'unico strumento utilizzato nel nostro paese per preparare il caffè in casa.
Poi nel 1933 fu inventata la Moka e molti la preferirono alla napoletana per la sua praticità, ma i più tradizionalisti rimasero fedeli alla napoletana anche perché il caffè realizzato con la caffettiera napoletana è tendenzialmente più lungo e dal gusto più delicato rispetto al caffè della Moka. La Moka fu inventata da Luigi De Ponti e Alfonso Bialetti e si è presto diffusa in tutto il mondo anche se è più apprezzata in Italia. Il suo nome deriva da una città in Yemen chiamata Mokha, rinomata per la produzione di caffè pregiato di qualità arabica.
Oggi però le modernissime macchine a cialde o a capsule per la loro praticità e la velocità di preparazione, stanno sostituendo definitivamente anche la Moka e danno un caffè molto più simile all'espresso del Bar.
La macchina per il caffè espresso da Bar fu brevettata nel 1884 a Torino da Angelo Moriondo, e poi perfezionata nel 1901 dal tecnico milanese Luigi Bezzera. Nel 1905 il brevetto venne poi acquistato dalla ditta La Pavoni che iniziò la produzione in serie di macchine per i Bar in grado di rendere veloce la preparazione del caffè. L'espresso che prendiamo al bar è caratterizzato di solito dalla classica "crema" in superficie anche se il risultato varia molto a seconda del tipo di caffè usato, dalla miscela e dalla macinatura dei chicchi. Anche noi vendiamo tre miscele di caffè TOP BAR - maxi-confezioni di caffè in grani per bar a prezzi convenienti consigliati per bar, ristoranti, alberghi, B&B.